Rome Travel guide Guía turística de Roma Guida informazioni Roma Guide de Voyage de Rome Roma Hauptstadt Information Tourismus Przewodnik turystyczny po Rzymie

Roma


 


Roma

Secondo la leggenda Roma fu fondata dai fratelli di origine troiana Romolo e Remo il 21 aprile del 753 a.C., sebbene la versione di tale leggenda appare molto semplificata. In realtà i resti archeologici confermano che in quel periodo andava creandosi una grande necropoli nella zona dell’Esquilino. Roma si formò grazie all’unificazione dei villaggi che si ergevano sui sette colli: Palatino, Aventino, Campidoglio, Quirinal, Viminale, Esquilino e Celio.

Verso la metà del secolo VII a.C. il popolo etrusco arrivò nella regione del Lazio. La conquista etrusca rappresenta per il Lazio un enorme e repentino arrivo della civilizzazione: dalla vita in tribù alla vita urbana, il passaggio graduale dalla vita di pastore a quella agricola, la costruzione in pietra, etc. A cominciare dagli umili villaggi sui colli romani, i re etruschi crearono una città nel vero senso della parola arrivando alla creazione di uno stato centralizzato. Risale a questo periodo la costruzione della Cloaca Maxima, una delle reti di acuedotti più antiche del mondo e che fu costruita principalmente per risanare la zona del Foro Romano.

Il dominio etrusco terminò con quella che è chiamata rivoluzione del 509 che cedette il passo ad un periodo repubblicano. Così tra il 509 a.C. e il 27 a.C. Roma e i territorio conquistati furono convertiti in Repubblica Romana. Durante la tappa repubblicana la città visse importanti cambiamenti e crebbe anche grazie alla costruzione di nuove strade, edifici pubblici e templi nelle zone del Campidoglio, Palatino e Foro Romano. Furono costruiti acquedotti e ponti per congiungere le due sponde del Fiume Tevere.

Roma conquistò i territori italiani e incluse anche la Sicilia e la Sardegna grazie ad un esercito composto da piccoli proprietari terrieri. In seguito volse alla conquista del Mediterraneo lottando contro i cartaginesi (guerre puniche) sul fronte orientale e contro i macedoni sul fronte orientale. Con la vittoria su tutti e due i fronti Roma passò al controllo di tutto il Mediterraneo.

Con la morte di Giulio Cesare, nel 44 a.C., si aprì un periodo di instabilità nella vita politica romana che terminò nel 31 a.C. con l’arrivo al potere di Ottavio Augusto. Con Ottavio Augusto iniziò l’epoca imperiale di Roma, periodo in cui Roma vide la sua fase di Maggiore sviluppo dal punto di vista urbanistico e architettonico.

Durante il regno di Nerone, nel 64 un grave incendio rase al suolo buona parte della città di Roma e si vide la necessità di ricostruire la città secondo nuove regole (per esempio impiegando l’uso della pietra) per evitare il rischio di nuovi incendi. Durante il regno di Costantino iniziarono a costruire i primi edificio di culto e le prime chiese cristiane. I primi luoghi di ritrovo religiosi erano edifici privati dove i primi credenti cristiani si riunivano in maniera clandestina. Con il passare del tempo uno dei ruoli del Papa fu di preoccuparsi della costruzione di nuove chiese e l’adeguamento degli antichi edifici in chiese sempre più vicine al centro della città.

L’Impero Romano visse l’epoca di suo maggiore splendore tra i secoli I a.C. e II d.C. .

Ciò nonostante, a partire dall’anno 192 il susseguirsi di imperatori corrotti portò Roma a un periodo di forte declino economico, sociale e politico che culminò nel 476 con la caduta dell’Impero Romano d’Occidente per mano di eserciti barbari comandati da Odoacro. In quel momento continuava ad esistere solo l’Impero Romano d’Oriente, o regno bizantino, che sarebbe durato per ancora 1000 anni.

Fino al 552 continuarono le lotte tra i re goti e gli imperatori dell’impero bizantino, così che si videro cambi di potere in varie occasioni.

Nel 552 l’impero bizantino conquistò definitivamente la città di Roma ma la sede dell’autorità imperiale sarà a Ravenna. Roma vedrà una diminuzione considerevole della popolazione in questo periodo a causa della mancanza di acqua nella parte alta della città con la conseguente concentrazione della popolazione nella parte bassa della città.

Tra i secoli VI e VII la chiesa assunse maggiori poteri e cominciò ad includere proprietà terriere che appartenevano precedentemente a privati e che poi furono soggiogate al dominio bizantino. Grazie a Gregorio I (590-604) le chiese si organizzarono per offrire riparo e cibo ai cittadini romani in situazioni di povertà. Lo Stato Pontificio nacque grazie alle importanti ricchezze che la chiesa romana continuava ad accumulare. Lo stato pontificio possedeva le sue amministrazioni centrali formate da funzionari ecclesiastici e milizie locali. L’Alto Clero e la milizia avevano il compito di eleggere il papa. Tutto ciò diede a Roma e allo Stato Pontificio una nuova e potente importanza.

Alla base della crisi dell’Impero Bizantino nel secolo VII Roma ci fu l’attacco da parte dei longobardi, e in quel momento papa Gregorio I Magno si trovò a dover difendere Roma e ad arrivare ad un accordo con gli invasori perché cessassero gli attacchi in cambio di un pagamento di 500 libbre d’oro all’anno.

Il periodo successivo fu di rinascita per la città; furono restaurati gli acquedotti, le mura di Roma e le antiche chiese oltre a essere apportate migliorie agli argini del fiume Tevere per proteggere Roma dalle inondazioni. Questo periodo di apogeo si ebbe grazie ai papi che vollero portare Roma al suo massimo splendore cristiano con la costruzione di chiese decorate con preziosi mosaici secondo la tradizione delle costruzioni di Costantino.

Nel IX secolo Roma si trovò ad affrontare le minacce degli arabi che attaccavano i quartieri oltre le mura e che poi rubavano i corpi dei santi martiri. Fu inoltre saccheggiata la basilica di San Pietro nel 856 così che fu necessario rinforzare il Vaticano con la costruzione di mura chiamate “Civitas Leonina”.

Nella città cominciarono a manifestarsi le prime rivendicazioni di nuove famiglie di commercianti che iniziavano ad arricchirsi. Cominciarono ad organizzarsi e ciò provocò il rinnovo del Senato nel 1143 per opporsi al potere del Papa e delle organizzazioni ecclesiastiche. Fu grazie al Senatore Brancaleone nel 1252 che ai cittadini fu riconosciuta una politica che garantiva i loro diritti in maniera prioritaria. Nel 1358 la città si organizzò come libero comune e nel 1363 furono stilate nuove regole di carattere popolare per tutti i cittadini.

Nel 1377 il Papa Gregorio XI tornò a Roma e trovò una situazione di lotta di poteri nobiliari tra le antiche famiglie della nobiltà romana e le nuove famiglie di commercianti e artigiani. Infine, dopo quaranta anni di lotte, il papa Martino V riuscì a riportare la città all’ordine.

Nel 1400 Roma divenne il centro mondiale del Cristianesimo e ciò portò anche importanza dal punto di vista politico. Nel secolo XV Roma sperimenta un importante rinnovamento urbano per volontà dei papi, in quanto si desiderò riportare Roma alla bellezza e splendore che meritava attraverso la costruzione di palazzi come la nuova basilica di San Pietro e la sua Cappella Sistina, per opera di Michelangelo.

Nel 1500, con l’aumento del potere dello Stato della Chiesa e grazie ai numerosi architetti al servizio della corte pontificia, Roma acquisì una grande importanza nel campo dell’urbanistica e dell’architettura rinascimentale. Nonostante il saccheggio del 1527 la città continuava a vivere un periodo di forte sviluppo e rinnovamento. Grande importanza derivava dalla presenza dell’artista Michelangelo e le sue opere pittoriche e scultoree come il progetto della Piazza del Campidoglio, la Basilica di San Pietro e la costruzione della Porta Pia.

Nel 1600 Roma divenne la capitale mondiale dello stile architettonico barocco. Furono costruite le colonne di Piazza San Pietro, la fontana dei Quattro Fiumi in Piazza Navona, etc. Roma visse inoltre la riforma di Martin Lutero e la Controriforma da parte della chiesa.

Durante il secolo XVIII arrivarono a Roma importanti artisti e intellettuali provenienti anche dall’estero, tra questi Velázquez e Goethe.

Nel 1849 nacque la Nuova Repubblica d’Italia in seguito alle varie rivoluzioni e al dominio di Napoleone I. Contribuirono all’unificazione italiana due persone molto famose nella storia, Giuseppe Mazzini e Giuseppe Garibaldi, sebbene il processo di unificazione fu portato a termine con la famiglia Savoia. Ciò nonostante il Papa non appoggiava l’unificazione dell’Italia sotto i Savoia e per questo durante il papato di Papa Pio IX e con l’aiuto dei francesi, Roma, insieme a Venezia, si sottrasse all’unificazione voluta dai Savoia.

Durante la guerra franco-prussiana nel 1870 Napoleone III non riuscì a proteggere lo Stato Pontificio e l’esercito italiano entrò a Roma e, insieme al Lazio, fu annessa al Regno d’Italia. I Savoia decisero poi che Roma sarebbe diventata la nuova capitale del Regno d’Italia.

Durante i primi anni del XX secolo Roma fu protagonista dell’auge del fascismo. Nel 1929 lo Stato e la Chiesa fimarono i Patti Lateranensi con i quali lo Stato Italiano cedeva al Papa il Vaticano che tornò a essere Stato Pontificio acquistando lo status di sovranità nazionale. In onore di questa riconciliazione tra Stato e Chiesa fu costruita l’opera architettonica di ‘’Via della Conciliazione’’.

Durante il governo di Mussolini fu costruito a Roma il quartiere futurista chiamato EUR (in occasione dell’Esposizione Universale di Roma del 1942).

Nel 1960 si celebrarono a Roma i giochi olimpici per i quali furono costruite nuove strutture come lo Stadio Olimpico, utilizzato inoltre per i mondiali di calcio del 1990. In occasione del Giubileo del 2000 lo Stato Italiano restaurò la Maggiore parte dei monumenti e dei palazzi di Roma.

Roma è capitale dello Stato Pontificio dal secolo VIII, capitale del Regno d’Italia dal 1871 e in seguito capitale della Repubblica d’Italia dal 1946.


Tornare su


successiva  

Limitazione di responsabilità: Abbiamo fatto il possibile perchè le informazioni contenute in questo sito siano il più precise possibile, ma sono fornite ‘così come sono’ e in nessun caso ci riterremo responsabili per perdite, danni o invonvenienti causati da, o in ogni modo connessi all’utilizzo di questo sito e delle sue informazioni.


 
Corsi di spagnolo in Spagna
    Corsi di spagnolo in Spagna  


Mappa di Roma
 ingrandire  

 

 

Introduzione | Storia di Roma | Informazioni utilil | Mappe di Roma | Il tempo a Roma | Mezzi di trasporto

Monumenti a Roma | Musei a Roma | Vita notturna a Roma | Vaticano | Ristoranti