Rome Travel guide Guía turística de Roma Guida informazioni Roma Guide de Voyage de Rome Roma Hauptstadt Information Tourismus Przewodnik turystyczny po Rzymie

Roma


 


Vaticano

Introduzione

Lo Stato del Vaticano si estende su una superficie di 440.000 metri quadrati ed è lo stato più piccolo del mondo. Si trova sotto la sovranità del Papa che si trova a capo della Chiesa Cattolica oltre a essere vescovo di Roma. Il Papa è eletto a vita da un conclave di cardinali tramite votazione segreta. Nello Stato del Vaticano si trova la Santa Sede, la massima istituzione governativa della Chiesa Cattolica. L’indipendenza del Vaticano fu sancita con lo Stato Italiano con la firma dei patti lateranensi del 1929. Secondo la legge statale del Vaticano il Papa possiede poteri legislativi, esecutivi e giudiziari all’interno dello Stato del Vaticano. Il Papa inoltre rappresenta lo Stato del Vaticano di fronte a tutti gli altri paesi.
Il Vaticano possiede la sua bandiera, arancione e bianca e con le chiavi di San Pietro incrociate e la tiara. Lo Stato del Vaticano ha inoltre la sua radio internazionale, stampa francobolli oltre a avere il suo giornale, l’Osservatore Romano, e può emettere moneta propria (euro con raffigurazioni personalizzate). La Guardia Svizzera, fondata nel 1506, si occupa della sicurezza del Papa e del Vaticano.

Storia
Con la liberalizzazione del culto religioso cristiano nel 313 d.C. l’imperatore Costantino fece costruire un’enorme chiesa dotata di cinque navate dove si trova la tomba di Pietro. Per la costruzione della nuova chiesa iniziarono utilizzando le pietre del circo che si trovava nello stesso luogo precedentemente, circo costruito dagli imperatori Caligola, Claudio e Nerone.

Nell’846, in seguito al saccheggio da parte degli arabi, Papa Leone IV fece costruire le prime mura intorno alla Basilica. Dal 1309 al 1377 la sede del Papa fu trasferita ad Avignone a causa delle continue minacce che erano rivolte in quel periodo al papato a Roma. Una volta tornati a Roma iniziarono a costruire la basilica che però si rovinò del tutto nel periodo di assenza del papa. Con il Papa Sisto IV furono iniziati i lavori per la costruzione della nuova cappella, chiamata Sistina (1471-1484). Fu grazie alla determinazione di Papa Giulio II, 1503-1513, appartenente a una delle famiglie più potenti d’Italia, che la Basilica di San Pietro fu riprogettata insieme al periodo di rinnovamento che attraversava tutta Roma. Parteciparono alla decorazione artisti come Bramante, Raffaello e Michelangelo.
Nel panorama politico italiano lo Stato della Chiesa esercitava una forte influenza dovuto al potere illimitato che possedevano i papi. I papi facevano ricorso all’arte per rafforzare il prestigio e la superiorità del loro governo.

Piazza San Pietro
Progettata dal Bernini tra il 1657 e il 1658 durante il papa Alessandro VII, si divide in due parti: una sulla tipologia e stile di Piazza del Campidoglio, di forma trapezoidale, e la seconda parte a forma di ellisse e circondata da un enorme porticato di colonne che nella tradizione cristiana rappresentano l’abbraccio della chiesa ai suoi fedeli. La piazza ha dimensioni enormi, 240 metri di ampiezza e 340 metri di lunghezza con un porticato di 284 colonne di 15 metri ciascuna e disposte per quattro file. Inoltre importanti sono le 140 sculture di santi di 3,20 metri d’altezza ciascuna. La scala, anche questa del Bernini, è chiamata Regia ed è una vera opera d’arte che conduce ai piani superiori del palazzo del Vaticano. Su entrambi i lati della piazza si trovano due fontane, a forma di ellisse, una del Bernini e l’altra del Maderna. Al centro si erge un impressionante obelisco che rappresenta dove fu crocefisso Pietro.

Basilica di San Pietro
La Basilica, dopo 18 lunghi secoli di lavori architettonici durante i quali si sono susseguiti cambiamenti secondo i diversi periodi storici, presenta principalmente due stili: rinascimentale e barocco.

La costruzione dell’attuale edificio fu iniziato nel 1506. Il progetto originale di Bramante consisteva in un edificio con pianta a croce greca inserita in un quadrato e coperta da cinque cupole. Bramante morì nel 1514 e i suoi successori, Raffaello, Fra Gioconda da Verona e Giuliano da Sangallo cambiarono i progetti originali della costruzione ma i lavori furono poi fermati e il Papa Paolo III decise di incaricare Michelangelo della direzione dei lavori, il quale riprese l’idea di Bramante di pianta a croce greca. Il disegno originale presentava gravi problemi strutturali ai quali Michelangelo cercò di trovare una soluzione. Il maggior contributo di Michelangelo è la immensa cupola e la tomba dell’apostolo Pietro che sembra essere sospesa in aria. In seguito alla morte di Michelangelo, nel 1606, il Papa Paolo V ordinò di ritornare al disegno a croce latina e i lavori saranno completati secondo il disegno definitivo di Fontana e Della Porta. La cupola, con un diametro di 42,5 metri e un’altezza di 132 metri, è una delle opere architettoniche più complesse del mondo.

La facciata è dell’architetto Carlo Maderno e risale al 1612.

Interno della Basilica
È possibile accedere all’interno della basilica attraverso del portone centrale, del 1455 dove sono rappresentati San Pietro e San Paolo durante il martirio. Sulla destra, la Porta Santa, in bronzo, di Vico Consorti, 1950. La chiesa ha un diametro di 187 metri e una larghezza di 58 metri. Al suo interno la basilica presenta uno spazio enorme che sembra infinito, con decorazioni, mosaici, stucchi, sculture e statue barocche, come il Baldacchino, del Bernini, alto 20 metri, con cherubini in bronzo presi appositamente dal pantheon di San Pietro, e l’Altare della Cattedra, anche questo del Bernini. La navata centrale presenta numerose e altissime colonne striate provviste di nicchie al cui interno sono ospitate le 39 statue dei santi fondatori.

La Pietà
La Pietà è un tema che rappresenta il momento posteriore alla discesa di Cristo dalla Croce alla presenza della Vergine. La Pietà vaticana si trova nella navata di destra della basilica, è una delle Pietà di Michelangelo più tradizionali (1499) con la Vergine che sostiene il Gesù sulle ginocchia. Questa rappresenta una delle opere giovanili di Michelangelo che la realizzò a 24 anni.

Nel sottosuolo della basilica si trova la Tomba di San Pietro dove, secondo la tradizione, sono conservati i resti del Santo.

Musei
Merita visitare il Museo Storico Artistico dove si trova il Tesoro di San Pietro e le Grotte Vaticane dove si trovano le cappelle e le tombe dei re, delle regine e dei papi a partire dal secolo X.

Palazzo Apostolico
Dopo il periodo di residenza del papa ad Avignone, dal 1400 si iniziarono a costruire una serie di edifici nel Vaticano. Il Palazzo Apostolico è un insieme di edifici che comprende gli appartamenti papali, gli uffici del governo della Chiesa, varie cappelle, il Museo del Vaticano e la Biblioteca Vaticana. In totale ci sono circa 1000 stanze e la più famosa è quella della Cappella Sistina e il suo soffitto affrescato da Michelangelo (restaurato tra il 1980-1990) e le Stanze di Raffaello.

Musei Vaticani
I Musei Vaticani rappresentano il complesso museale più grande del mondo. Qui si trovano: la Pinacoteca, il Museo Pio-Clementino, le Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina.

Le Stanze di Raffaello
In una delle stanze che fu l’appartamento del Papa Giulio II e chiamata Stanza della Segnatura  si trova il famoso affresco di Raffaello La Scuola di Atene (1508-1511), che tratta il tema della relazione tra filosofia platonica e cristianesimo. Nel ritratto del filosofo greco Eraclito Raffaello desiderava fare un omaggio a Michelangelo.

Cappella Sistina
La Cappella prende il suo nome dal papa che ne progettò la costruzione, Papa Sisto IV (1475-1481). La cappella concentra il lavoro di diversi artisti che affrescarono le pareti. Inizialmente, quando fu incaricato Michelangelo della decorazione della cappella, erano previste solo le dodici figure degli apostoli. Ma Michelangelo decise di modificare il progetto e nel 1508 iniziò i lavori. Saranno necessari 4 anni per affrescare tutta la cappella.

I temi ripresi saranno alcune scene dell’Antico Testamento e del libro della Genesi. Le scene più importanti rappresentano la creazione del mondo e dell’essere umano, fino ad arrivare a Noè. Altre figure dipinte nei pennacchi uniscono l’Antico con il Nuovo Testamento.

L’artista inizia a dipingere l’Ebrezza di Noè nel riquadro più vicino all’entrata. Sono dipinte le scene in ordine cronologico, così che la separazione della luce e delle tenebre è localizzata più vicina all’altare maggiore, così come la Creazione di Adamo. Inoltre nella Cappella si trova lo splendido affresco del Giudizio Universale, (13,70 x 12,20 metri), nella parete di fondo della Cappella Sistina, e rappresenta l’evento descritto nel Vangelo di Matteo, quando il Cristo ritorna per la seconda volta sulla terra per separare i buoni dai cattivi per inviarli in paradiso o all’inferno. Al centro dell’opera si trova Caronte con la sua barca, i Martiri, gli Angeli e i Resuscitati.

Altri musei

Pinacoteca
Cortili Vaticani
Museo Chiaromonti
Braccio Nuovo
Museo Pio Clementino
Museo Etrusco
Galleria delle Cartine Geografiche
Galleria dei Candelabri
Galleria degli Arazzi
Appartamento di Pio V
Biblioteca Apostolica
Museo Gregoriano Profano
Giardini Vaticani

Castel Sant’Angelo
Questo mausoleo fu costruito per volere dell’imperatore Adriano. L’edificio si presenta in tutta la sua maestosità con un diametro di 64 metri e un’altezza di 21 metri. È costituito da  cemento mentre il materiale che lo ricopre è tufo, travertino e peperino. La copertura esterna è realizzata in marmo. L’edificio fu costruito per proteggere militarmente il Vaticano e a volte fu residenza dei papi. Dal 1925 è la sede del Museo Nazionale dove si trovano le prigioni, la Sala Paolina, la Camera di Perseo, la loggia di Giulio II, etc. Da Castel Sant’Angelo inizia l’omonimo ponte che presenta interessanti sculture barocche del Bernini.

Tornare su
successiva  

Limitazione di responsabilità: Abbiamo fatto il possibile perchè le informazioni contenute in questo sito siano il più precise possibile, ma sono fornite ‘così come sono’ e in nessun caso ci riterremo responsabili per perdite, danni o invonvenienti causati da, o in ogni modo connessi all’utilizzo di questo sito e delle sue informazioni.


 

Corsi di spagnolo in Spagna
    Corsi di spagnolo in Spagna  


Mappa di Roma
 ingrandire  

Introduzione | Storia di Roma | Informazioni utilil | Mappe di Roma | Il tempo a Roma | Mezzi di trasporto

Monumenti a Roma | Musei a Roma | Vita notturna a Roma | Vaticano | Ristoranti